crepes cioccolato…una merenda rapida per risollevare il morale

Sonnellino con risveglio…diciamo non positivo 🙁

Papà ho fame 🙁 uaaaaaaaaA

Eh si, è ora di merenda. Cosa vuoi da mangiare? Yougurt? Biscotti? Latte?

[…….]

Dopo 10 minuti che andavo avanti con un elenco di tutto quel che c'era in casa con G. che urlava a perdifiato e a cui non andava bene alcuna proposta….ecco l'idea! Facciamo insieme le crepes….al cioccolato? 😉

Uaaaaaa….Si dai! 🙂

 

Gli strumenti necessari:

  • Frullatore ad immersione con il suo bicchiere
  • Una padellino antiaderente
  • Una spatolina

Consiglio sull'uso della spatolina: può ovviamente essere usata per girare le crepes, ma il pubblico (specialmente se ha un'età media inferiore ai 10 anni) si divertirà molto di più se la usate solo per staccare i bordi e le crepes le girate facendole saltare in aria. Non è difficile, basta un colpo secco di polso, tipo quando si spadella. L'imporatente è che le crepes abbiano la giusta consistenza quando le girate, ovvero non più liquide, quando cominciano appena appena a cambiar colore sul fondo. E se sbagliate? Beh nella migliore delle ipotesi le crepes finiscono per terra, con gran divertimento dei pargoli. Unica accortezza fateli stare a distanza di sicurezza onde evitare che le crepes calde finiscano loro in testa :). 

La meggiore delle ipotesi…va beh se non ve la sentite fate con la spatola. 🙂 

Gli ingredienti (per 3 crepes con padellino da 22 cm)

  • 1 uovo
  • 65 g latte
  • 40 g farina
  • 30/40 g cioccolato fondente (goccie o comunque ridotto in scaglie)
  • zucchero a velo
  • poco burro
  • 15g di burro sciolto (facoltativo e sconsigliato per la merenda)

Al volo due parole sul burro sciolto. Serve per rendere le crepes più ricche e più morbide anche dopo la cottura. Molto utile, quasi indispensabile, se state facendo delle crespelle da riempire, magari legare a saccottino, e metter in forno. Per le crepes alla francese, specialmente dolci, io non lo metto; restano un po' più leggere e la resa è comunque molto buona.

e io cosa faccio?

Beh rompo io l'uovo e per il resto lascio mettere a lei farina e latte nel bicchiere del frullatore ad immersione. Poi con le manine tiene fermo insieme a me il bicchiere del frullatore ad immersione, mentre io armeggio con le cose pericolose c iomel frullatore stesso. Il pimmer è una soluzione sprint ideale per essere pronti in 2 minuti con il composto, non l'ideale perchè incorpora aria e la fame di G. non consente 30 minuti di riposo. Ma il risultato è accettabile. Per dosi più importanti meglio usare delle fruste elettriche o la planetaria con ganci piatti, non la frusta per montare.

Per l'appunto in questo modo in 2 minuti scarsi siamo pronti per cuocere. La punta di un cucchiaino di burro in padella, appena si è sciolto lo si spalma togliendo l'eccesso con carta da cucina. A questo punto un velo di composto a coprire la padella, quando solidifica e comincia a fare le bollicine si staccano i bordi e quando comincia a colorire sotto si gira al salto mettendoci + enfasi possibile per strappare gli applausi del pubblico under 8 anni :). a Questo punto si  mette il cioccolato su una metà della crepe, e si piega tipo a mezzaluna finendo poi di cuocerla e facendo sciogliere il cioccolato. Volendole + cariche si aggiunge altro cioccolato su una metà della crepe piegata e si ripiega a triangolo.

Un po' di zucchero a velo sopra e la merenda è pronta ed il morale risollevato.

Si mangia!

Ovviamente la quantità di cioccolato è solo indicativa e dipende solo dalla golosità vostra e delle boccucce che aggrediranno la merenda.

Si si bisogna metterne di più

Va da se che, se piace, il cioccolato può essere sostituito d amarmellata o da una classica crema alle nocciole. Il vantaaggio nell'usare qualcosa di splamabile a temperatura ambiente è che potete cuocere le crepes e poi splamarle e piegarle dopo fuori dal fuoco perchè non vi serve il calore per sciogliere il cioccolato. A noi piace di più il cioccolato fondente comunque.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: