Muffins con cavolo romanesco e zafferano

Partecipazione G.
😐 😐 😐 😐 😐 

Ma come zero orsetti??? E io non faccio niente?

Beh stavolta no. Anzi la ricetta l'ho già fatta, mentre tu e mamma non eravate in casa, perchè odiate l'odore delle cavolacee. E nonostante io lo abbia cotto prima sottovuoto, che come spiegavamo qui evita tutti gli odori, quando poi si mettono nei muffin e si passano in forno…beh li un minimo di odore il cavolo lo fa, anche se è già cotto.

Uffa! Ma non era il mio blog?

Si hai ragione, ed infatti ci ho pensato a lungo se pubblicare o no questa ricetta. Ma erano così belli e buoni che non ho resistito. E poi con questi sono riuscito a far riassaggiare i cavoli alla mamma.

Beh ma io non li mangio! Uffa!

Si, si non avevo dubbi…e poi qui non hai partecipato, solo per l'odore, ma è una ricetta che può benissimo essere fatta con i bambini, una ricetta da 4 orsetti o addirittura 5.

Allora la prossima volta mi tappo il naso e faccio io!

Ok…e magari li assaggi anche

Ma non lo capisci che non mi piacciono?

Non li hai mai assaggiati….

Non li ho mai assaggiati perchè non mi piacciano! Uffa vado a giocare con la mamma!

Ok…io intanto metto la ricetta…

 

Gli strumenti:

  • Planetaria con gancio piatto (K)
  • Una spatola
  • 8 o 9 stampini per muffin (noi usa e getta)

Per la cottura del cavolo vedi qui

 

Gli ingredienti:

  • 300 g di cimette di cavolo romanesco già cotte
  • 100 g di latte parzialmente scremato
  • 65 g di olio extravergine di oliva
  • 65 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 180 g di farina 00
  • 3 uova intere
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 bustina di lievito per torte salate
  • sale q.b.

La ricetta è davvero molto semplice. Lessate il cavolo romanesco, solo le cimette che hanno un sapore più delicato rispetto a foglie e "gambo". Noi….

Non noi…TUUUU!

Si, IO l'ho fatto sottovuoto come descritto qui, ma va bene anche in acqua ovviamente. Poi mettete tutti gli ingredienti, cavolo escluso, nella planetaria e fate amalgamare. In questo caso la planetaria, quasi non vale la pena sporcarla, si potrebbe tranquillamente fare a mano. A questo punto aggiungo le cimette, tenendo da parte le più belle da mettere sopra ai muffin per decorarli, e mescolo delicatamente con una spatola.

Riempio con il composto gli stampini da muffin, decoro con una cimetta di cavolo romanesco sopra ed inforno a 180 gradi per 12/15 minuti. Sforno e lascio intiepidire prima di togliere dagli stampini per non romperli.

Ottimi come antipasto, ma anche in accompagnamento a dei secondi facendo sia la funzione di verdura che del pane. Anche meglio se tagliati successivamente a metà e leggermente tostati sotto al grill. In questo caso la morte loro è con dei salumi insaccati tipo coppa o salame…volendo esagerare anche culatello 🙂
Lo zafferano, nasconde abbastanza il sapore del cavolo, consentendo anche ai non-amanti di avvicinarsi a questa splendida e salutare verdura. Se invece il cavolo vi piace, riducete la dose di zafferano: mezza bustina è più che sufficiente, e tutto sommato il gusto dovrebbe essere più equilibrato.

Il vino? Bollicine, anche rosè se vi piacciono…ma anche una bella birra…magari irlandese , visto che domani si festeggia anche il Saint Patrick's Day

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: