Biscotti di Natale zenzero e canella

Partecipazione G.
😡 😡 😡 😡 😡

Il natale si avvicina a grandi passi ed il weekend scorso, abbiamo iniziato anche noi i preparativi. Quindi abbiamo messo in sottofondo le musiche di natale…

Jingle bells…Jingle bells…Jingle all the way….

Jingle bells…Jingle bells…Jingle all the ways….

…che tanto piacciono a mamma e figlia 🙂 ed abbiamo iniziato ad addobbare casa. Sugli addobbi ci sono tante scuole di pensiero: ci sono i minimalisti che mettono giusto una pallina appogiata sul davanzale

Ma che triste….

Beh si in effetti in genere i minimalisti non hanno bambini….L’altro estremo sono i fanatici o peggio gli appassionati di decupage che riempiono così tanto la casa di addobbi, alberi, palline, presepi, babbi natali, renne, folletti…pinguini

Ma cosa c’entrano i pinguini….?

Niente, ma nella foga da addobbo giuro che ho visto pure quelli che mettono i pinguini…beh comunque in questo caso la sfida è non cadere nel kitsch…sfida quasi sempre persa per la verità 🙂

Poi ci sono quelli che cercano di fare una cosa carina, ma normale: albero di natale, qualche addobbo qua e là per casa, un po’ di luci in terrazzo…insomma noi apparteniamo a questa categoria…e voi?

Beh però noi facciamo sempre tanti biscotti per natale!

Si beh, diciamo che in generale noi cuciniamo parecchio…e certo il natale è una buonissima scusa :). Ed ecco la prima ricetta natalizia di questo blog (eh si siamo nati poco meno di un anno fa dopo natale)…

 

 

Gli strumenti:

  • Planetaria con gancio piatto
  • Un setaccio per la farina
  • una spatola di silicone
  • fromine per biscotti
  • teglia e carta forno
  • robot da cucina (cutter)

 

 

Gli ingredienti:

  • 200 g di farina di kamut
  • 80 g di zucchero di canna
  • 80 g di burro
  • 50 g di nocciole
  • 1 uovo intero
  • 3 cucchiai abbondanti di zenzero in polvere
  • 2 cucchiai abbondanti di cannella in polvere
  • 1 punta di un cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • Facoltativo: 250 g di zucchero a velo e 2 cucchiai d’acqua per fare la glassa.

La mamma mette le nocciole e lo zucchero nel cutter, lasciando poi a G. l’onore di schiacciare il bottone e lasciare andare fino a che non sono tritate finemente. Le trasferiscono nella planetaria insieme ad un pizzico di sale e le montano con l’uovo intero fino a che non diventa spumoso e quasi bianco.

Intanto mischiano a parte la farina con le due spezie ed il lievito per dolci. Aggiungono il burro  morbido al composto che hanno nella planetaria ed infine la farina e le spezie passate al setaccio.

Lasciano riposare l’impasto in frigorifero per circa mezzora, quindi la stendono in uno strato di circa 1/2 cm di spessore e ritagliano con le formine i biscotti che cuociono in forno a 180 gradi per 8 minuti.

Quando sono freddi li decorano con la glassa (realizzata mischiando lo zucchero a velo con l’acqua aggiunta lentamente fino ad ottenere la consistenza desiderata).

L’abbinamento con il vino è piuttosto difficile date la forte dominante delle spezie. Uno degli abbinamenti migliori secondo me è con un vino passito, anche piuttosto forte come quelli del sud del nostro paese. Meglio di tutto forse però ci sta il latte 🙂

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: