turbanti di platessa con salsa di arancia e zenzero

Partecipazione G.
😐 😡 😡 😡 😡

 

 

Cucino io!

Si certo amore, come sempre. Ti posso dare una mano però? Ho in mente una ricetta che farà sicuramente la sua bella figura, ma richiede un passaggio ai fornelli ed al forno…quindi servo io

Hmmm…va bene…ma è una ricetta bella?

Oh si…sono dei turbanti di pesce e prosciutto con una salsa di arancia e zenzero…

Dei turba…cosa? E poi il pesce con il prosciutto?

Dei turbati. Il turbante è un copricapo fatto con della stoffa bianca arrotolata, e noi arrotoleremo il nostro pesce bianco (la platessa nella fattispecie) proprio come se fosse la stoffa di un turbante. E riguardo al pesce con il prosciutto (ma anche il lardo!), fidati che da un po’ di sprint a questi pesci bianchi, che da soli sanno di poco.

Va beh mi fido…

Ok…andiamo in cucina vah…

 

Gli strumenti:

  • stuzzicadenti per fermare i turbanti (se scenografici meglio 🙂 )
  • teglia da forno
  • Un pentolino
  • Frullatore ad immersione

 

Gli ingredienti:

  • platesse
  • lonzino all’arancia (o prosciutto crudo)
  • il succo di 2 arancie
  • 2 cucchiaini di miele
  • 2 cucchiaini di senape
  • 1 cucchiaio raso di farina di riso
  • radice di zenzero fresca a piacere

 

Innanzitutto prepariamo la salsa. Io taglio a metà le due arance e G le schiaccia con le mani per estrarre il succo

Ma non posso usare lo spremiagrumi?

Si, ma così estrai più oli essenziali dalla buccia e nella salsa questa differenza si sentirà. Poi aggiungiamo la senape ed il miele e mettiamo tutto sul fuoco a far sciogliere, aggiungendoci anche lo zenzero fresco grattugiato. Quando bolle togliamo dal fuoco ed aggiungiamo la farina di risp stemperata in poco acqua fredda, per evitare che faccia i grumi. Filtriamo la salsa con un colino non troppo fine e rimettiamo sul fuoco fino ad ottenere la densità desiderata, ovvero quando vela il cucchiaio. Teniamo da parte per la successiva decorazione del piatto.

Prepariamo i turbanti stendendo i filetti di platessa, adagiando su ognuno di essi una fetta di lonzino (o prosciutto crudo) ed arrotolandoli il più stretti possibili. Fermiamo con uno stuzzicadenti e cuociamo per 15 min a 180 gradi su una placca da forno.

Trasferiamo nei piatti e decoriamo con la salsa precedentemente preparata (anche fredda, quindi anche preparata con largo anticipo e conservata in frigorifero)

Abbinamento con il vino? Un bianco elegante, il primo che mi viene in mente è molto molto elegante…anzi grandissimo, quasi eccessivo per un piatto tutto sommato semplice. Un blend…per cui devo per forza dire nome e cantina, anche se in genere non lo faccio mai…ma il Nova Domus della cantina di Terlano val bene l’eccezione.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: