Cheese cake al triplo cioccolato

Partecipazione G.
😐 😐 😡 😡 😡

Io voglio la torta al cioccolato!

Con questo caldo? Beh però ho visto su FB un post di un’amica che diceva di volersi fare un interessante cheese cake al triplo cioccolato…potremmo fare quello. In internet si trovano un sacco di ricette a base di formaggio cremoso (quello che in italia ha preso il nome di una famosa marca)

Ma a te non viene il mal di pancia con quello?

Beh si…però fammi ragionare un po’…si potrebbe sostituire con della ricotta, un po’ saporita e cremosa tipo quella di bufala o di pecora, aggiustando un po’ le quantità…

Beh allora facciamola…dai che piace di sicuro a tutti!

Va bene, dai andiamo in cucina.

No dai facciamola insieme a mamma…la prima volta che ti invita a cena, la facciamo la da lei.

Beh non so se sarà contenta che le inzaccheriamo la cucina…però glielo chiedo.

Glielo chiedo io!

E ovviamente come si fa a dire di no (ed è giusto così…sono mamma e papà che non vivono più insieme, ma siamo sempre una famiglia per la piccola)…ricetta a seguire, realizzata nella cucina di mamma, attrezzata bene quanto quella di papà…e con un freezer più grande che ha aiutato non poco a trovare posto alla torta per i raffreddamenti di ogni strato 😉

 

Gli strumenti:

  • Una teglia a cerniera da 24/26 cm (meglio ancora sarebbe un anello senza fondo rivestito acetato per sformarla meglio, ma il risultato è comunque buono)
  • Un pentolino + boule per sciogliere il cioccolato a bagnomaria
  • Una frusta
  • Una spatola
  • Una ciotola di vetro o acciaio
  • Un piatto fondo per ammorbidire la colla di pesce
  • Mixer

 

 

Gli ingredienti:Per la base:

  • 200 g di biscotti secchi
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 100 g di burro
Per lo strato bianco:
  • 300 g di ricotta di bufala
  • 80 g di panna fresca
  • 25 g di zucchero a velo
  • 4 g di colla di pesce (ovvero 1 foglio di quelli grandi, ma dipende dalla confezione)
  • 70 g di cioccolato bianco
Per lo strato al latte
  • 300 g di ricotta di bufala
  • 80 g di panna fresca
  • 25 g di zucchero a velo
  • 4 g di colla di pesce (ovvero 1 foglio di quelli grandi, ma dipende dalla confezione)
  • 70 g di cioccolato al latte
Per lo strato fondente:
  • 300 g di ricotta di bufala
  • 80 g di panna fresca
  • 25 g di zucchero a velo
  • 4 g di colla di pesce (ovvero 1 foglio di quelli grandi, ma dipende dalla confezione)
  • 75 g di cioccolato fondente 70 %

 

Innanzitutto facciamo la base del cheese cake frullando nel mixer i biscotti con il burro a pezzetti ed il caco in modo da ottenere un composto di briciole che poi andiamo a compattare sul fondo della teglia con un cucchiaio. Mettiamo nel freezer a raffreddare mentre prepariamo il primo strato di crema di formaggio e cioccolato bianco. Operazioni in cui G. si cimenta insieme a mamma, divertendosi molto…ed assaggiando anche 😉

Da che cioccolato partiamo?

Prima il bianco, poi quello al latte e poi quello fondente. Così possiamo usare gli stessi strumenti (ciotole, spatole ecc) senza aver problemi di “sporcare” il colore dello strato, dato che ogni volta è più scuro.

Innanzitutto metto la colla di pesce ad ammollare in abbondante acqua fredda.
Intanto cge G lavora con la frusta la ricotta in modo da renderla cremosa, io sciolgo il cioccolato a bagnomaria e poi lo  aggiungiamo alla ricotta, mescolando bene con la frusta perche si amalgami.

Scaldo la panna in un pentolino (senza arrivare a bollore) e sciolgo al suo interno la colla di pesce, aggiungendo poi il tutto alla ricotta. Infine aggiungiamo lo zucchero a velo e mescoliamo di nuovo bene.

Togliamo la teglia dal freezer e formiamo il primo strato di crema di ricotta e cioccolato. Rimettiamo in freezer finchè la colla di pesce comincia a tirare (30-40 minuti, non serve che sia della consistenza finale è sufficiente che sia un po’ più dura in modo che i due strati non si mescolino) e procediamo in modo analogo con il secondo e terzo strato.

Infine lasciamo raffreddare in freezer per 1 ora, o ancor meglio in frigorifero per 8 ore ed affettiamo. Il risultato è molto gradevole sia per gli occhi che per il gusto.

L’abbinamento con il vino non è semplicissimo, perchè si ha a che fare sia con la morbidezza della ricotta che con il gusto del cioccolato (nelle tre gradazioni pure…). Secondo me potrebbe starci bene (ma non abbiamo avuto la fortuna di poterlo provare) un recioto rosso spumantizzato. In alternativa bollicine comunque, e dolci…meglio un malvasia spumantizzato che un asti…o al limite, perchè no, un cocktail Rossini (spumante e fragola).

Ultimo consiglio…se riuscite a non aver fretta di assaggiarla e fargli passare una notte in frigorifero la consistenza sarà perfetta. Magari fatela passare comunque 20 minuti in freezer prima di servirla (non di più mi raccomando!), vi aiuterà ad affettarla con più precisione. Ovviamente ci vuole molta attenzione nel tagliarla, usando sempre un coltello bagnato (meglio ancora sarebbero quei coltelli da formaggio con la scritta “cheese” fatta di buchi). Comunque un passaggio con una spatola sul fianco della fetta prima di servirla sistema ogni sbavatura 🙂

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: