Variazione di rapanelli e pesce azzuro

Partecipazione G.
😐 😐 😐 😡 😡

 

variazione_rapanelli_apertura_scaled

Stasera viene la mamma a cena, cosa le facciamo?

Pesce ovviamente…vuole sempre il pesce…

Giusto….ma volevo anche fare qualcosa di stagione….stamattina a mercato ho comprato dei bellissimi rapanelli, sia bianchi che rossi

hmmmm…..ma a me non piacciono…

Beh magari li assaggi solo e poi ti mangi il pesce. E comunque ho voglia di fare qualcosa di creativo…quindi andiamo a comprare del pesce azzurro, che ha un gusto abbastanza forte per sostenere i rapanelli e poi magari li facciamo in 3 versioni: con i rapanelli bianchi, con quelli rossi….e con il verde

I rapanelli verdi?

Le foglie dei rapanelli.

Ma si possono mangiare?

Oh si….magari dovremo inventarci qualcosa per togliere un po’ di amaro…ma ho gia delle idee…

Ok….andiamo a cucinare 😉

 

Gli strumenti:

  • Frullatore ad immersione
  • padella antiaderente
  • coltello ciotole per condire

 

Gli ingredienti (per 4 persone):

  • 12 filetti di aringhe fresche (o altro pesce azzurro a piacere)
  • Qualche acino di uva passa
  • Qualche foglia di menta
  • 1 cucchiao di aceto balsamico
  • Foglie di mazzetto di rapanelli
  • Qualche goccia di limone
  • olio
  • 100 g di ricotta
  • Rapanelli rossi
  • Aceto balsamico 1/4 di bicchiere
  • 1 cucchiaio zucchero (meglio di canna)
  • 1/4 di bicchiere di acua
  • Rapanelli bianchi
  • olio (e volendo qualche goccia di limone) per condire

La ricetta è molto semplice, ma di sicuro effetto….anche per questo è stata messa anche nellla categoria papà neo single 😉

Innanzitutto prepariamo i rapanelli rossi canditi. Togliamo le foglie (non buttarle mi raccomando) e li mettiamo in padella con poco olio. Appena cominciano a soffriggere li sfumiamo con 1/4 di bicchire (insomma andate un po’ ad occhio) di aceto balsamico e subito dopo aggiungiamo lo zucchero di canna e dopo 1 minuto un po’ d’acuq. Portiamo a cottura facendo restringere la glassatura che deve risultare piuttosto densa.

Prepariamo quindi la salsa con le foglie dei rapanelli (sia rossi che bianchi) frullandole con il frullatore ad immersione insieme a qualche cucchiaio di olio, e qualche goccia di limone. Se lo assaggiate adesso, vi accorgerete che la salsa è molto amara. Per addolcirla aggiungete la ricotta (a vostro gusto, per noi sono bastati 100 g). Aggiustate di sale. Questa preparazione è stata completamente gestita dalla piccola G. (assaggio a parte per il quale si è rifiutata 🙂 )

I rapanelli bianchi sono semplicemente tagliati finemente e conditi in insalata.

Prepariamo il pesce. Il primo è un involtino con dentro qualche chicco di uvetta ed una foglia di menta fermao con uno stuzzicadenti (anche qui tutto fatto da G.). Poi io l’ho cotto in padella per qualche minuto.

Il secondo pesce è semplicemente cotto in padella dalla parte della pelle per qualche minuto. Il terzo è cucinato allo stesso modo, salvo una sfumatina di aceto balsamico alla fine.

Componiamo quaindi il piatto come vedete nelle foto, ovvero: salsa di foglie + spiedino, insalata di rapanelli bianchi + pesce al balsamico, rapanelli glassati al balsamico +  pesce cotto in bianco.

Davvero bello ed anche molto buono. I gusti funzionano tutti ed andrebbero degustati nell’ordine in cui li ho descritti nella composizione e che vedete in foto.

Da bere? Dai provate a dire voi cosa ci berreste  che sono curioso…per noi è stato un sauvignon.

variazione_rapanelli_chiusura_scaled

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: