Red velvet cake

Partecipazione G.
😐 😐 😡 😡 😡

redvelvet_apertura_scaled

 Rieccoci

Finalmente….

Beh satvolta non è tutta colpa mia…è un periodo che non hai tanta voglia di cucinare con me…e come detto più volte cucinare insieme deve essere un piacere per entrambi e quindi non ho di certo forzato la mano.

Beh ma ultimamente ci siamo rimessi

eh si ed infatti anche a me è tornata la voglia di scrivere sul blog. Che anche se è stato silenzioso per qualche mese ha ricevuto un sacco di visite. Ne approfitto per ringraziare i nostri lettori abituali ed invitare gli altri a diventarlo, seguendoci su facebook o su bloglovin 🙂

Ok…un po’ di pubblicità…ma che ricetta scrivi?

🙂 Pensavo la red velvet che ti è piaciuto tanto fare e anche assaggiare 🙂

Ah si bella…quella rossa….ma raccontala giusta…questa l’abbiamo fatta un sacco di tempo fa

Si per capodanno. Il rosso è perfetto per il capodanno. Ma va benissimo anche per San Valentino, la festa degli innamorati

E tu sei innamorato papà?

Solo di te 🙂 <3 Andiamo a cucinare va che è meglio….e lasciami sottolineare che le torte a strati o comunque farcite sono molto carine da fare con i bambini che in genere si divertono molto a farcire con la crema…e ad assaggiare 🙂

 

Gli strumenti:

  • Planetaria con il gancio a frusta (o fruste elettriche)
  • Tortiera da 22-24 cm
  • Spatola

 

 

Gli ingredienti:

    • 350 gr. di farina 00
    • 150 gr. di burro morbido
    • 200 gr. di zucchero
    • 5  uova
    • 1 cucchiaio di cacao amaro
    • 250 gr. di yogurt
    • /2 stecca di vaniglia
    • 1 cucchiaino di bicarbonato
    • 1 cucchiaio di aceto bianco
    • 1 cucchiaio abbondante di colorante alimentare rosso liquido

Per la crema

    • 450 g di formaggio cremoso
    • 100 g burro morbido
    • 200 g zucchero a velo

Innanzitutto prepariamo la torta. Montiamo il burro con lo zucchero nella plaetaria con la frusta montata. Quando il composto diventa bianco candido aggiungiamo una alla volta le uova e quindi i semini estratti dalla stecca di vaniglia.

A questo punto si aggiunge il colorante e si procede aggiungendo lo yougurt e quindi si incorporano con una spatola la farina ed il cacao setacciato. Infine si aggiunge il backing sciolto precedentemente nell’aceto e si mescola lo stretto indispensabile perchè si amalgami all’impasto, senza però mescolare troppo.

Versiamo il composto in una tortiera che G. ha imburrato ed infarinato a dovere (operazione fondamentale perchè la torta si gonfi in modo uniforme) ed inforniamo a 180 gradi in forno statico per 50/60 minuti, assicurtandovi che si aben asciutta infilando uno stecchino.

Lasciamo raffreddare completamente e poi prepariamo la crema montando nella planetaria gli ingredienti. Tagliamo la torta in 3 strati della stessa latezza usando un lungo coltello seghettato (quello da pane per intenderci) e nello stesso modo rendiamo lo strato in alto perfettamente piatto rimuovendo l’inevitabile leggera “cupola” che si forma

Ma questa si butta?

No assolutamente, la passiamo la mixer per creare delle minuscole bricioline con cui decoriamo la torta dopo averla farcita con la crema di formaggio e ricoperta/glassata con la stessa in modo che le bricioline si attacchino. COnsigliamo di fae questa operazione direttamente sull’alzatina o sul piatto che usere per il servizio, in modo da non spostare più la torta.

Bello….le briciole le faccio io….

redvelvet_chiusura_scaled

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: