Finger food rustico: torta di rose al salame

 

Stasera vengono a cena gli zii.

Evviva!!

Dobbiamo preparare qualcosa, ma abbiamo solo la mattina per preparare, perchè oggi tu devi fare delle cose con i nonni e papà e mamma sono a milano per impegni di lavoro. Gli zii vengono per chiacchierare un po', giocare con te e stare insieme, quindi sarebbe meglio fare delle cose non impegnative, da mangiare eventualmente in piedi, con le mani…una cosa da buffet, un finger food insomma. 

Facciamo pane e salame? Possiamo fare il pane che facciamo sempre e poi…a me piace tanto tanto il salame!

Si, sai che non è un'idea tanto distante da quello che avevo pensato io…io avrei pensato ad una torta di rose salata, con dentro il salame

Eh? ma la nonna dice che la torta di rose è un dolce
 
Si beh, diciamo tipo torta di rose, ma in realtà è un pane soffice soffice con dentro il salame
 
Un panino con il salame insomma
 
Si, ma il salame lo mettiamo prima di cuocerlo…
 
 

Gli strumenti:

  •  Planetaria con il gancio ad uncino
  •  spianatoia
  •  mattarello
  •  un tagliere
  •  coltello da salame
  •  2 teglie (vanno bene sia tonde, da torta, che rettangolari, da lasagne)

 

Gli ingredienti:

  • 500 g di farina manitoba
  • 300 g di farina 00
  • 4 uova
  • 80 g di burro
  • 10 g di olio extravergine
  • 3 cucchiaini da caffè di miele
  • 60 g zucchero
  • 220 g di  latte
  • 15 g di sale
  • mezzo salame morbido (550 g circa)
 
 
Prima di tutto dobbiamo preparare l'impasto del pane. Mettiamo tutti gli ingredienti escluso il sale nella planetaria ed iniziamo a farla lavorare.
 
Il sale lo mettiamo dopo un po' che impasta vero?
 
Si esatto, il sale va messo dopo, quando il lievito si è già amalgamato agli altri ingredienti.
Quando abbiamo finito di impastare, copriamo e lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume.
Ci vorrà un po' di più di un normale impasto del pane, perchè ci sono i grassi e le uova che lo rendono un po' più pesante. Comunque nel frattempo possiamo fare altro, giocare, leggere una fiaba ecc.
Quando l'impasto è quasi pronto prepariamo il salame affettato.
 
ma non potevamo comprarlo già affettato?
 
Eh no, nella mia idea dobbiamo usare un salame tipico di Cremona, morbido e con un bel profumo di aglio. Ed essendo morbido va tagliato rigorosamente a mano, il più sottile possibile, ma se il salame è morbido non verranno delle fettine trasparenti…anzi.
 
 
A questo punto dividiamo l'impasto in due. Anzi in tre perchè con una piccola parte G. forma 3 paninetti che regalerà stasera a mamma e agli ospiti (gli zii).
Io stendo con il mattarello e con le mani due rettangoli di cira 30×50 e li ricopro completamente di salame. Poi arrotolo formando un salsicciotto che taglio a fette.
Metto le fette una accanto all'altra nelle teglie, formando appunto una torta di rose. In forno a 200 gradi per 20/30 minuti, finchè non sono belle dorate.
 
Il pane resta comunque molto morbido, l'impasto è una versione leggera di quello del danubio, o dei panini semidolci al latte. 
 
Ideali per il buffet, perchè le rose si staccano facilmente come panini. 
Da bere? Immancabili bollicine per l'aperitivo, o anche un bel rosso, perchè no un lambrusco buono (ce ne sono pochi, ma esistono :)). Noi alla fine lo abbiamo accompagnato con rosè del garda (zona del lugana) che non ci stava per niente male.
Per i bambini? Cola o aranciata of course.
 
Ed ecco il risultato, sia della torta di rose che dei paninetti di G.
 

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: