Arrosto di vitello alle cipolle…il primo post su ordinazione

Partecipazione G.
😐 😐 😡 😡 😡

 

 Cosa facciamo oggi?

Facciamo una ricetta che ci hanno chiesto espressamente sulla nostra pagina FaceBook. (a proposito, non vi dimenticate di cliccare “Mi piace”, mi raccomando 😛 )

In che senso ce l’hanno chiesta?

Nel senso che qui ci hanno proprio domandato se non avevamo una buona ricetta di un arrosto, e devo dire che la cosa mi è piaciuta molto. E’ carino che ci chiedano espressamente una ricetta e che noi ne cuciniamo e fotografiamo una per l’occasione.

Si ma un arrosto? E’ facile

Beh non è proprio vero…nel senso che in teoria è facile, basta prendere un pezzo di carne e farlo arrosto…ma il risultato non è sempre buono, ci sono alcuni trucchetti e regole da rispettare per avere un buon risultato

Ah si? Quali?

Eh adesso te li dico. Fammi solo concludere l’introduzione dicendo che la nostra amica ci chiedeva un arrosto con “un bel sughino da servire sopra le fettine, un gusto classico”…non so se questo arrosto alle cipolle era esattamente quello che intendeva, ma questo è anche leggero ed equilibrato, con pochi grassi…ed essendo le nostre ricette per banbini è una cosa importante. Comunque se la nostra amica o qualcun altro vuole una ricetta diversa non ha che da chiedere, che per noi è un giochino divertente

Si molto divertente

 

Gli strumenti:

  • Un tegame da arrosto che possa andare sul fuoco, con coperchio
  • Un termometro a sonda da carni (facoltativo, ma consigliato)
  • Frullatore ad immersione

 

 

Gli ingredienti:

  • 1 kg di polpa di vitello (meglio un taglio non troppo magro, tipo la coscia)
  • 1 kg di cipolle (meglio le dorate)
  • 1 bicchiere di vino
  • 2 o 3 rametti di salvia (una decina di foglie ognuno)
  • 20 g di burro
  • 15 g di olio

Allora quali sono queste regole per un buon arrosto?

Regola numero 1: legare bene il pezzo di carne. Lo potete far fare al macellaio, fare voi con un minimo di manualità con lo spago da cucina oppure potete comprare le apposite reti elasticizzate da arrosto (le trovate in alcuni supermercati forniti) e procedere come nelle foto seguenti…. La bottiglia tagliata semplifica e di MOOOOOLTO le operazioni

 

 

 

 

 

Regola numeo 2: caramellizzare bene gli zuccheri della carne prima di passare alla cottura…ovvero….rosolarla bene da tutti i lati. Mette il burro e l’olio insieme in pentola e rosolate bene la carne da tutti i lati. Solo a questo punto salate e pepapate ed aggiungete le cipolle tagliate grossolanamente. Dopo aver rosolato anche queste per 2 o 3 minuti sfumate con il bicchiere di vino e lasciate andare scoperto per 10 minuti. A questo punto coprite

E per quanto deve cuocere?

Ecco la regola numero 3: finchè è cotto! 🙂

E come si fa a sapere che è cotto?

Beh il modo migliore è misurare la temperatura al centro del pezzo di carne, al cuore si dice. Per farlo si usa un termometro da cucina a sonda. Ogni tipo di carne ed ogni tipo di cottura (al sangue, ben cotta ecc.) ha la sue temperatura, per il nostro vitello sono 72 gradi. Ho fatto una pagina con le temperature principali, come utile promemoria per noi e per i nostri lettori.

E se uno non ha il termometro dfa cucina?

Beh se accetta un consiglio se lo dovrebbe comprare. Altrimenti per questa ricetta, con un pezzo da 1 kg fa cuocere coperto per circa 50 minuti. Ma ovviamente è una stima, il risultato non sarà mai perfetto come misurare la temperatura. Ed una carne cotta alla giusta temperatura è morbida e non stopposa, insomma buona.

Quando la carne è cotta, si toglie dal tegame e si frullano le cipolle insieme a tutto il sugo rimasto, in modo da formare la salsina con cui nappare le fette di carne.

Il vino? Abbinamenti possibili tanti, sia rossi giovani che bianchi minerali o anche bollicine. Da appasionato di vino però dico un’eresia…per me le cipolle chiamano una birra weizen tutta la vita.

La salsina dociastra per le cipolle ed eventuali decorazioni da bambini come quelle dell’ultima foto sono anche un buon modo di far mangiare qualche verdura alla piccola peste 😉

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: