lime curd allo zenzero

Partecipazione G.
😐 😐 😡 😡 😡

Che bella questa ricetta!

Si bella la facciamo?

hmmm…si ma non così pari pari…fammi pensare un attimo se potremmo provare a farla cambiando qualcosa…

Ma tu cambi sempre tutto?

Eh beh altrimenti non mi diverto…beh qui la cosa più semplice è cambiare la frutta che ci mettiamo dentro. Ecco ho un’idea…ma bisogna però cambiare anche la base del curd…per esaltarne il sapore..

Ma mi dici che frutta ci metti…???

Eh no…in questo post ti dico solo che facciamo il curd con il lime e lo zenzero…domani o nei prossimi giorni ti dico con cosa lo abbiamo abbinato 🙂 Se qualcuno dei nostri lettori volesse ipotizzarlo nei commenti, sarebbe un giochino gradito 🙂

 

Gli strumenti:

  • Un pentolino
  • Una boule per il bagnomaria
  • Una frusta
  • Una spatola resistente al calore
  • Un termometro digitale (facoltativo)
  • grattugia

 

Gli ingredienti:

  • 50 g di succo di lime (2 lime)
  • la buccia di 2 lime grattugiata
  • 8 g di farina di riso (o amido di mais, o 10 g di fecola di patate)
  • 10 g di zenzero fresco grattugiato (peso netto dopo aver grattugiato)
  • 2 uova
  • 75 g di zucchero

 

Io grattugio la buccia dei due lime, quindi li taglio e li passo a G che li spreme. Intanto io grattugio lo zenzero fresco.

Uniamo nella boule il succo, la buccia, lo zenzero e la farina di riso e lei mescola bene con la frusta. Aggiungiamo quindi lo zucchero e le uova e mescoliamo ancora.

A questo punto passo alla cottura, fatta a bagnomaria con pochissima acqua in modo che l’acqua non tocchi la boule ed il fuoco molto basso. E’ di fatto una crema inglese e anche se la presenza di un pochino di amido aiuta molto ad evitare l’effetto frittata, bisogna fare attenzione a non salire troppo di temperatura per evitare che tutto sappia di uovo cotto, invece dche di crema.

E a quanto bisogna arrivare?

Per una crema inglese senza amidi 78 gradi, temperatura di coagulazione delle uova, ma qui essendoci un po’ di amido la crema si inspessisce prima, per noi andava bene a 72 gradi (deve velare il cucchiaio, non troppo densa perchè raffreddandosi si solidifica parecchio).

Si copre a contatto con la pellicola (o si mette in un vasetto) e si conserva in frigo per circa una settimana

Ma noi la usiamo prima 🙂

Print Friendly

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: