Calamarata…e un menu d’emergenza completo per la vigilia

Partecipazione G.
😐 😐 😐 😐 😡

calamarata_apertura_scaled

Ieri pomeriggio ero in giro per negozi a comprare gli ultimi regali…..ehm in verità tutti i regali non sono molto bravo a pianificare con anticipo questo genere di cose. Sono li che mi aggiro tra gli scaffali di una libreria quando incontro un’amica che neanche mi saluta e subito mi dice

Aiuto…mia mamma ha avuto un problema e non invita più tutti a cena….e io devo inventarmi qualcosa per la vigilia

Oh mi spiace, ma tua mamma sta bene

Si si non ha nulla….sono io che ho il problema di 11 persone e non so cucinare…dammi qualche consiglio tu che hai il blog

Allora vediamo…

Semplice eh che non so fare quasi niente…e pesce…e veloce…e non l’ho prenotato

Ok….e visto che lo chiedi a me….vuoi cucinare con i bambini immagino

Stai scherzando???? Cucino i bambini se non mi lasciano in pace

🙂 Ok capito vero panico. CI sediamo a bere un caffè ed in 15 minuti elaboriamo questo menu, semplice e veloce con materie prime di facile reperibilità:

La reperibilità degli ingredienti non è sicuramente un problema in questo periodo. Dei filetti di pesce si trovano di sicuro, i calamari possono benissimo essere surgelati (anzi meglio), e anche le capesante anche se meglio, molto meglio, fresche in questo caso…ma per la vigilia secondo me si trovano in tutti i supermercati anche senza prenotarle)

Va beh sono terrorizzata….ma mi hai convinta…allora trovo tutto sul blog a parte la calamatrata hai detto….dai spara che prendo appunti

Beh non ho ancora avuto tempo di pubblicarla, ma è semplice semplice…

Gli strumenti:

  • Pentola per cuocere la pasta
  • Padella larga

 

Gli ingredienti (per 4-6 persone)

  • 500 grammi di pasta calamarata (o mezzi paccheri)
  • 1000 g di anergelli di calamaro (o totano)
  • 400 g di pomodori ciliegini
  • sale, pepe e peperoncino qb
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio estra vergine qb
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • Un po’ di prezzemolo tritato fine

Mettere in una larga padella l’olio ed uno spicchio d’aglio schiacciato, aggiungere i calamari tagliati ad anelli e sfumare con il vino bianco.

Quando questo sarà completamente evaporato…aggiungere i pomodorini tagliati a metà (o a quarti se sono un po’ grandi) e portare a cottura. Ci vorranno 15 minuti, massimo 20 in particolare se usate quelli surgelati che sono più teneri.

Lessare la pasta e saltarla insieme al sugo, spolverando con prezzemolo tritato fresco.

Ecco fatto….dovrebbe essere sufficientemente veloce anche per una cena di emergenza…ma fa sempre un figurone.

Da bere? Un bianco non troppo aromatico, volendo vista l’occasione, anche delle bollicine non troppo invadenti come un saten di franciacorta.

 

TANTI AUGURI A TUTTI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: