Le regole di base (per grandi e piccini)

Queste sono le regole che ci siamo dati per stare bene insieme in cucina. I bambini hanno bisogno di regole e stanno bene nelle regole. come insegnano delle note tate in TV, e comunque sono indispensabili per cucinare insieme senza farsi male. Le regole per i grandi, pur essendo poco più che il comune buon senso, sono le più difficili perchè gli adulti sono meno diligenti e soffrono di più le regole. O almeno questo vale per me. Mi fa bene metterle nero su bianco e credo che le rileggerò di quando in quando per non scordarle.

Regole per i piccoli:

  1. Lontano dai coltelli! Quando si guarda un adulto fare qualcosa con i coltelli, manine ben lontane dal piano di lavoro
  2. Lontano dai fornelli! Manine lontane sempre, anche quando si guarda una adulto che cuoce.
  3. Quasi un 2bis: non toccare i manici delle pentole, anche a fuoco spento o lontano dal fuoco stesso. Le pentole hanno il brutto vizio di rovesciarsi…
  4. Fare quello che dicono gli adulti
  5. Non fare niente senza chiedere agli adulti
  6. Lavarsi le mani prima di cominciare
  7. Via le dita dal naso!
  8. Chiedere sempre il permesso di assaggiare
  9. Si aiuta anche a riordinare
  10. Ci si lavano bene le mani anche dopo, specialmente se si sono toccati ingredienti crudi (carne, pesce ecc.).

Regole per i grandi

 

 

  1. Stare sereni, siamo qua per divertirci
  2. Tenere i coltelli lontano dai bambini
  3. Posizionare pentole e tegami in modo che non venga la tentazione ai bambini di afferrare i manici
  4. Monitorare che il bimbo segua le regole
  5. Cercare di coinvolgere il bambino raccontando in modo giocoso tutto quello che si sta facendo
  6. rispondere a tutti i “perchè?” con pazienza
  7. Il bambino deve poter fare qualcosa in ogni ricetta. Se la ricetta rende proprio impossibile la sua partecipazione evitate di coinvolgero. Guardare e basta non così interessante
  8. Fate assaggiare tutto quello che è commestibile se ve lo chiede, anzi esortatelo se non ve lo chiede, fa parte dell’esperienza
  9. Evitate solo ricette “pericolose” come ad esempio i fritti, o comunque convincete il bambino ad andare a giocare nella fase di pericolo.
  10. Leggete bene la ricetta prima di cominciare in modo da sapere sempre cosa fare. Se siete alle prime armi, potete anche provarla prima
  11. E se alla fine non piace al bambino…pazienza, succede. Nessun dramma e magari la si ripete dopo qualche mese ed invece suscita grande entusiasmo
  12. Organizzarsi in modo da fare con loro solo i passaggi nei quali possono partecipare, altrimenti si sentono esclusi. Effettuare, se possibile, i passaggi da cui sono esclusi mentre loro fanno altro o dormono 😉
  13. Se il bambino vuole aiutarvi a staccare il composto dalla planetaria e/o aggiungere ingredienti ecc. staccate la spina mentre lui ci infila le manine. Le attrezzature non professionali, per quanto sofisticate e costose, in genere non hanno dispositivi di sicurezza, ed in qualche caso basta un piccolo urto per accenderle.
Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: