Focaccia integrale con il rinfresco del lievito naturale

Partecipazione G.
😡 😡 😡 😡 😡

Sai qual’è l’articolo più letto del nostro blog?

No….quale? Il sushi dolce?

No

Hmmm….La torta con i tre cioccolati?

No neanche…e nemmeno i cantucci o i brownies di mamma che mi piacciono tanto

Ah ci sono è la torta di cioccolato con le nocciole o i tortini con il cuore morbido

Nemmeno….te lo dico io dai…

Dai fammi la classifica come alle olimpiadi

🙂 Ok…fammi vedere le statistiche…ecco: medaglia di bronzo alla sferificazione con agar agar (quindi ci eri andata vicina con il sushi dolce)….argento ai piccoli cheese cake alla fragola ed incredibile oro per la focaccia con il rinfresco della pasta madre primissima tra le ricette e battuta solo (e di poco!) dalla pagina cucinare con i bambini

Ma dai quella li la facciamo sempre per non buttare il pezzo che avanza dal rinfresco…però si è bella perchè la impastiamo a mano e ci si diverte 🙂

Eh eh sarà proprio per quello che è piaciuta…e dato che piace così tanto proponiamo la sua variante con farina integrale.

Gli strumenti:

  • Una ciotola (volendo potete usare anche la planetaria…noi quest ala facciamo a mano…ed è per questo che piace tanto a G. aiutare…)
  • Una teglia da forno (noi usiamo quelle usa e getta)
  • Un vasetto (o un bicchiere)
  • Carta da forno

 

 

 

Gli ingredienti:

  • Pasta madre da rinfrescare
  • Farina integrale stesso peso della pasta madre
  • acqua metà del peso della pasta madre
  • un bicchierino di olio extra vergine
  • un bicchierino di acqua
  • sale fino
  • Una manciata di semi di girasole (facoltativo)

 

Quando facciamo il rinfresco della pasta madre la dividiamo a metà. La prima metà la rinfreschiamo come d’abitudine e la conserviamo in frigorifero per usi futuri.

L’altra metà la impastiamo con la farina integrale, l’acqua, isemi di girasole (che gli danno un gusto particolare, a noi molto gradito) ed il sale. Il peso della farina è indicativo, se la pasta madre è molto morbida a volte serve un po’ più, anche perchè la farina integrale ha una capacità di assorbimento dell’aqua molto inferiore ad una farina di forza  normalmente usata per i rinfreschi.

Lasciamo quindi lievitare per circa 1 ora/1 ora e mezza coperto ed al caldo. A quel punto stendiamo con le mani la focaccia nella teglia usa e getta, facciamo gli avvallamenti con i polpastrelli e ci versiamo sopra lò’emulsione di acqua e olio. Lasciamo lievitare un’altra volta per 1 ora/1 ora e mezza e quindi inforniamo a 200/220 gradi per circa mezzora.

Il procedimento è comunque lo stesso della focaccia con il rifresco della pasta madre che si è meritato l’oro delle ricette più lette. In quel post il procedimento era corredato di fotografie e spiegazioni più dettagliate…se non lo avete mail etto magari potreste farlo adesso 🙂

Questa versione integrale è buonissima con speck e brie…ed una buona Weizen 🙂

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: